martedì 29 ottobre 2013

Limiti del Vivere in Camper: miti da sfatare (prima parte)

Domande risposte camper
Generalmente, spulciando i commenti che si leggono nei forum o parlando con le persone, ho riscontrato uno scetticismo spesso ingiustificato riguardo la reale possibilità di vivere in camper. Credo che ciò dipenda principalmente dal fatto che la maggior parte delle persone non conosce a fondo le potenzialità offerte da un camper, specie se parliamo di mezzi di fascia alta. Vediamo allora di sfatare alcuni miti riguardanti i limiti che comporta la vita in camper, a cominciare dal suo prezzo d'acquisto.

1) L'ACQUISTO DEL CAMPER E' MOLTO ONEROSO
Nè vero nè Falso
. Un mezzo usato di buona marca, non eccessivamente datato, è oggi acquistabile a partire da un importo di circa 10.000 euro.  Se non disponiamo dell'intera cifra, possiamo ricorrere a un finanziamento. Esempio: 10.000 da restituire in 5-6 anni con gli interessi, comporteranno una rata mensile di circa 200€.
Considerando gli enormi vantaggi di poter utilizzare il camper come nostra abitazione e sfruttarlo in sostituzione dell'auto, anche per diversi anni, non parliamo certo di cifre esagerate. Per chi avesse la possibilità di spendere qualcosa in più (intorno ai 15-20mila euro), è possibile acquistare mezzi di fascia alta (Laika, Arca, etc), che assicurano maggiore comfort, robustezza e resistenza al logorio degli anni.

2) IL CAMPER E' TROPPO PICCOLO, PERTANTO NON E' POSSIBILE VIVERCI
Falso
(se parliamo di due persone al massimo). Il concetto di grande/piccolo è molto soggettivo. Ci sono persone che cadrebbero in depressione se costrette a vivere in un bilocale di 40mq. La realtà oggettiva, tuttavia, prescinde dai nostri gusti personali. Considerando gli spazi interni di un camper di media grandezza, è innegabile che sia obiettivamente possibile vivere in camper in uno o due persone. Con una terza persona (ad esempio, un figlio), invece, la vita in camper diverrebbe, a mio avviso, insostenibile. Consideriamo infatti che un camper di media grandezza offre circa 10 metri quadri di spazio, che nei mezzi più moderni sono ottimizzati in modo da avere poco da invidiare a un monolocale. A dimostrazione di ciò, nelle grandi città sono oggi venduti (a peso d'oro) miniappartamenti di 7-8 metri quadri (sì, avete letto bene), resi vivibili grazie a una sapiente distribuzione degli spazi.

3) IN CAMPER NON SI POSSONO LAVARE I VESTITI
Vero. Uno dei limiti non aggirabili del camper riguarda l'impossibilità di installare la lavatrice (per ovvie ragioni di peso, spazio, e consumo di energia elettrica). Pertanto dovremo lavare i panni a mano, oppure, sfruttare le lavanderie self-service, ormai diffuse in modo capillare sul territorio nazionale (non solo nelle città, ma anche nei grandi paesi). Tali lavanderie, al costo di pochi euro, ci permettono di lavare e asciugare enormi quantità di indumenti.

4) IN CAMPER SI MUORE DI FREDDO
Falso. In tutti i camper sono presenti stufe che assicurano un adeguato (e rapido) riscaldamento del mezzo, anche nel caso di temperature molto rigide (sotto lo zero). Naturalmente, dovremo prendere qualche accorgimento per evitare che geli l'acqua nelle tubature e nei serbatoi. Nel caso in cui disponessimo di mezzi di fascia alta, con pareti e pavimento ben coibentati, potremo godere di un miglior isolamento del mezzo, e dunque di una distribuzione del calore più omogenea all'interno dell'abitacolo. Se invece possediamo camper più modesti, possiamo comunque ingegnarci per apportare delle migliorie per combattere il freddo, come ad esempio isolare il pavimento del camper.

5) IN CAMPER SI MUORE DI CALDO
Né vero né falso. Se combattere il freddo in camper è relativamente semplice, lo stesso non si può dire per il caldo. La soluzione che subito salterebbe in mente è il condizionatore, ma tale soluzione presenta diversi e pesanti limiti imposti dalla necessità di utilizzare un generatore. In alternativa, è possibile pensare anche ai condizionatori evaporativi, che però non sono efficaci quanto quelli "standard".
Pertanto, l'unica soluzione alla portata di tutti per combattere il caldo, è quella di sostare in aree ombreggiate, oppure, se possibile, trascorrere i mesi più caldi in zone di montagna. Possono essere di grande aiuto anche le turbovent, o anche un semplice ventilatore da tavolo può rivelarsi sorprendentemente efficace.

6) IL CAMPER RICHIEDE PESANTI SPESE DI ASSICURAZIONE E IMPOSTA DI BOLLO
Falso.
Le tariffe per l'assicurazione base del camper sono molto più contenute di quanto si pensi. Per un camper di fascia media, difficilmente la tariffa base RCA annuale potrà superare i 300€ (a patto di rivolgersi alle Compagnie giuste).
Se poi desideriamo aggiungere altri servizi, quali la copertura contro il furto, l'incendio, o la rottura dei cristalli, allora l'importo salirà, ma non di molto. L'imposta di bollo, poi, è a dir poco irrisoria: si parla in media di 40-50€ annuali per un camper di taglio medio. 

L’articolo continuerà nella seconda parte...




20 commenti:

Daniele ha detto...

Ottimo articolo Riccardo ! Ti leggo sempre molto volentieri........ Anzi, se puoi aumentare il rilascio di articoli sarebbe ottimale ! In quale parte del mondo ti trovi attualmente ? :-)

Ricky C. ha detto...

Ciao Daniele, tempo permettendo vedrò di aumentare il ritmo con cui pubblico i post ;) Al momento mi trovo in Abruzzo :)

Urgentissimo! ha detto...

Si trovano camper un po' malandati anche sotto i 10.000 ma il guaio è che quel che si risparmia subito lo si spenderà subito dopo di manutenzione. Appena comprato un camper, uno vorrebbe spendere soldi per personalizzarlo e viverci, anziché per portarlo continuamente dal meccanico, dal gommista, dal radiatorista... Un mezzo nuovo (ahimé attorno ai 50.000 euro), dopo averlo tagliandato, macina chilometri e chilometri interrotto solo dai benzinai.

Se l'Italia non fosse una giungla burocratica uno potrebbe autocostruirsi il proprio "furgonato vivibile" a poco a poco, senza dover fare il grosso investimento iniziale e senza accollarsi rate mensili (infatti in altri paesi si vedono delle cose assurde...)

Molti cadono in equivoco pensando di dover vivere inscatolati nel camper tutto l'anno. Ma il vantaggio del camper è anche di poter passare lunghi periodi all'aria aperta, no? Magari svernando in regioni col clima mite e passando l'estate in regioni più fresche...

Ricky C. ha detto...

Hai perfettamente ragione! Comunque mezzi nuovi si trovano anche a meno di 50.000...intorno ai 35-40mila di trovano mezzi di qualità media. Riguardo il resto del commento, quoto in pieno

Anonimo ha detto...

ciao Ricky, ti leggo molto volentieri, sono argomenti ( al momento allo stato di ''sogni, ahime')che mi risultano estremamente ''rinfrescanti'' ma non demordo , prima o poi mi intruppo nella famiglia camperista . A questo proposito, giacche' hai sopra consigliato mezzi di fascia medio alta piu' idonei a durare a lungo senza interventi costosi, puoi darmi una ''rosa'' di marche ( se possibile) che offrono una buona relazione qualita'-prezzo( parlo di semintegrali per 2/3 px) grazie e ancora complimenti per la scelta e la voglia di trasmettere le tue esperienze a noi, che siamo ancora ''al palo''. Gabriele

Anonimo ha detto...

Ciao Ricky,quando ci raccondi nel dettaglio dei vari tipi di WC, su dove e come e ogni quando scaricare gli scarti della toilette?, Quanto può durare l'acqua per lavarsi e se l'acqua che mettiamo nel camper resta potabile. Queste le mie maggiori perplessità per fare una scelta del genere oltre ai problemi di sicurezza. Dovresti tenere dei corsi vista la tua esperienza. ciao Carlo

Anonimo ha detto...

Buon giorno Ricky,
mi permetto di darti del tu, siamo una giovane coppia (23-26 anni) e lo stato attuale delle cose ci ritroviamo entrambi senza un lavoro, ad eccezione di una piccola entrata data da una collaborazione on-line. L'idea che ci è balenata è quella di investire i nostri risparmi (al di sotto comunque dei 10.000 euro) nell'acquisto di un camper. Vorrei poter leggere tutto il blog, ma purtroppo siamo di fronte ad un bivio imminente e me ne manca il tempo, per cui perdona se le domande sono ripetitive rispetto argomenti già trattati.
Quello che vorrei chiederti è: che marca / modello ci consiglieresti?
quali caratteristiche sono importanti quando andiamo a cercare il camper?
conosci delle assicurazioni più vantaggiose rispetto altre?
secondo la tua esperienza con la prospettiva di 600 euro al mese ce la possiamo fare in due? ed infine: c'è qualche accorgimento a livello legale da tenere in considerazione?
Come ribadisco, mi scuso se la risposta alle domande la si trova già nei tuoi post, ma siamo davvero di fretta. Ti ringrazio anticipatamente.
S.

Ricky C. ha detto...

Ciao Gabriele, le due marche di riferimento se vuoi un mezzo di alta qualità sono senza dubbio Arca e Laika. Se puoi spendere qualcosa in più c'è anche Hymer, che però si rivolge soprattutto ai motorhome.

Un saluto
Riccardo

Ricky C. ha detto...

@Carlo: se scrivi la parola "serbatoi" nella casella di ricerca del blog, troverai vari articoli con tutte le risposte alle tue domande. Però hai ragione: un articolo riepilogativo non farebbe male. Magari sarà uno dei prossimi ;)

@Coppia giovane: Ragazzi, apprezzo molto il vostro fervore, ma vi invito a ragionare su questa scelta molto attentamente. Un mezzo sotto i 10.000euro vi darà quasi per certo diversi problemi, potenzialmente costosi. Potrei anche rispondere alle vostre domande, ma non servirebbe a granché. Secondo me, una decisione del genere presa in fretta e furia non può che portare a problemi, e 600€ al mese in due, con un camper che avrà almeno 20 anni, sono davvero il minimo sindacale, a meno che non decidiate di fare una vita MOLTO misurata. Assicurazioni poco costose ve ne sono, magari se mi contattate in privato ve ne indico qualcuna. Pensate bene a ciò che fate...

un saluto
Ric

Anonimo ha detto...

da "coppia giovane": ti ringraziamo per averci risposto così presto e per l'avvertimento :)
Ciao Ricky, buon proseguimento.

Anonimo ha detto...

grazie Ricky per la indicazione..incomincero' a spulciare siti e possibilmente visitare luoghi di rivendita, ma tornero' a ''scocciarti'' xcon ulteriori domande e inquietudini varie ciao e saluti al bellissimo Abruzzo Gabriele

E. ha detto...

ciao,Ricky,il tuo blog èinteressantissimo perchè hai realizzato quello che è un pò anche il mio sogno da diversi anni.Da poco mi ritrovo disoccupato e con 15000e da parte e quindi comincio a sentirmi tentato a fare il gran salto,ma sono in fase di stallo,perchè quello che mi ostacola adesso è il non avere altre entrate personali o familiari e nemmeno una bicicletta da vendere,dipenderà tutto dal mio prossimo (speriamo di trovarlo presto) lavoro,prima di intaccare troppo ciò che ho messo da parte...

Ricky C. ha detto...

Ciao E., ti faccio i miei migliori auguri per realizzare i tuoi obiettivo!

Fammi sapere,
Ric

Anonimo ha detto...

Ciao Ricky,
perdona l'insistenza, ma l'idea del camper non ce la togliamo dalla testa...
potremmo chiederti per favore un tuo indirizzo privato per il discorso assicurazioni?
siamo la "giovane coppia" dell'altro giorno, grazie

Ricky C. ha detto...

Ciao ragazzi, nessun problema: potete scrivermi a rik9@libero.it

un saluto!
Ric

Mic P ha detto...

Ciao Riky
per quanti fossero interessati in commercio esistono lavatrici portatili 109 euro 4kg 3,5 in centrifuga assorbimento soli 200 watt e per asciugarli? semplice box doccia stendino verticale e stufetta sbrinatore per auto/camion 20 euro circa ed in più riscaldi il bagno ciao ottimo sito

Anonimo ha detto...

ciao Ricky,
Per mille motivi ho scelto anche io di vivere in un camion camperizzato. E' stata una scelta rischiata, in passato.. voluta, qualche volta... presa, finalmente...
ho ancora qualche piccola perplessità da risolvere e spero che qualcuno possa darmi un consiglio: la residenza... come faccio a lavorare se non ho un indirizzo da dichiarare alla mia ditta? e poi, qualcuno parlava di piazzole.. ma, ci si può vivere? DOVE mi parcheggio? io lavoro in periferia di Milano.. non in aperta campagna.
grazie

Ricky C. ha detto...

Ciao, se usi la casella di ricerca del blog troverai utili consigli in merito ai tuoi dubbi..
purtroppo le domande che poni richiedono una trattazione molto complessa, per cui dovresti informarti bene non solo sul mio blog, ma anche su forum frequentati da camperisti

ciao!

Anonimo ha detto...

Ciao ho installato sul mio camper la s orsa settimana lavatrice(mini) centrifuga 2800 giri asciugatrice a pallone 900w la preima prova e' stata positiva un poco macchinosa ma funzionale ho lavato e asciugato quattro chili di indumenti dopo un ammollo di sei ore in due ore. Risparmiando dodicci euro di lavanderia a gettoni con un costo ( ascigatrice) di 80 centesimi d generatore se qulcuno e' interessato ne possiamo parlare
N.B. ho ricavato il posto in un vano creato nel bagno del mio Laserhome Laika

Anonimo ha detto...

Ebbene, l ho fatto ! A 50 anni dopo varie delusioni sotto tanti punti di vista....ho comprato un arca america 400 degli anni 80.... e ci vadi a vivere girando l italia! Ora datemi del matto !!!

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...