sabato 9 dicembre 2017

Acquisto camper usato? Prima del camper, controllate il camperista!

Riguardo l'acquisto di camper usati, avevo già scritto delle guide piuttosto esaustive, ma ho ritenuto utile approfondire alcuni aspetti che, a mio avviso, vengono generalmente sottovalutati, o comunque non affrontati con la dovuta solerzia. Acquistare un camper è infatti un'operazione molto delicata, sia per il gran numero, varietà e complessità dei controlli da effettuare, sia perché parliamo di mezzi molto costosi: in seguito al crollo del mercato immobiliare, non è raro oggi che un camper usato di fascia alta con meno di dieci anni di vita possa costare come un piccolo appartamento.
E' necessario dunque porre la massima attenzione a ciò che stiamo facendo: se non siamo convinti di potercela fare da soli, è sempre opportuno rivolgersi a officine specializzate che si occuperanno di espletare almeno i controlli basilari - soprattutto infiltrazioni - oppure acquistare da un concessionario che offre garanzia di riparazione danni entro i 12 mesi successivi (almeno in teoria...purtroppo questo dipende molto dalla serietà del concessionario). Se invece optate per il “fai-da-te” e pensate di acquistare il mezzo da un privato, il mio primo consiglio è quello di esaminare con la massima attenzione il proprietario del mezzo. Un'oculata “radiografia” di costui, infatti, vi sarà utile al fine di ottenere preziose informazioni sul modo in cui il mezzo è stato trattato. Potrà sembrare un'esagerazione, ma, credetemi, l'esame del camperista-venditore non ha importanza minore dell'esame del mezzo


Vediamo dunque i principali elementi da considerare:

1) Il proprietario dimostra esperienza nel mondo dei camper (questo implica però che l'acquirente, a sua volta, abbia esperienze e competenze)? 
Per farvi un esempio, talvolta mi è capitato di parlare con camperisti che non conoscevano la differenza tra una batteria al piombo e una AGM, o che non sapevano nemmeno dell'esistenza degli inverter. Questi fattori non depongono a favore dell'acquisto: infatti, è improbabile che un camperista inesperto abbia dedicato attenzioni particolari al proprio mezzo (che magari ha utilizzato solo per qualche uscita nei weekend, senza curarsi troppo della manutenzione).  

2) Appena vi siete incontrati il proprietario del camper ha subito ostentato un atteggiamento da “amicone”, attaccando a parlare del più e del meno, magari offrendovi anche un caffè, oppure la discussione si è concentrata subito sull'oggetto della compravendita?
Non mi pare che questo punto richieda commenti.

3) Chiedete al proprietario per quale ragione vende il mezzo. Vuole passare a un altro camper? Non ne vuole più sapere della “vita da camper”? Non ha più i soldi per mantenerlo? I figli sono cresciuti e quindi il camper è diventato obsoleto? Chiedete inoltre quante più informazioni possibile riguardo la storia del mezzo (riparazioni, problematiche, cambio di proprietari, luogo del rimessaggio...).
Prestate molta attenzione al modo in cui il venditore vi risponderà. Se notate atteggiamenti elusivi, incertezze nel parlare, storie poco credibili etc, forse non vi sta dicendo la verità: magari vuole semplicemente liberarsi di un mezzo che nasconde qualche magagna.

4) Il proprietario si è presentato in modo molto trasandato? 
Questa mi pare si commenti da sé...

5) Il proprietario è stato puntuale nel rispettare l'appuntamento? 
Non rappresenta in assoluto un fattore discriminante per l'acquisto, ma io ci faccio parecchio caso. Una persona che ritarda di venti minuti a un appuntamento preso per la vendita del proprio mezzo, non mi fa certo sperare per il meglio, a meno che non mi porga le sue scuse offrendomi anche una spiegazione convincente del ritardo.

6) Cercate di capire se il proprietario è un vero amante dei camper. 
Su questo non so darvi consigli: è un qualcosa che si avverte a pelle. C'è gente che vive per il camper, lo cura in ogni minimo dettaglio, lo ama più della moglie. Spesso, queste persone vi riferiranno per filo e per segno tutti i lavori e le migliorie che hanno amorevolmente eseguito per il proprio pargolo. Difficilmente l'acquisto di un mezzo da costoro risulterà un cattivo affare, ma è anche vero che troverete in questi casi le più ostinate resistenze alla trattabilità del prezzo (come è giusto che sia).

Sicuramente ho dimenticato qualcosa, ma per ora mi fermo qui. Nel prossimo articolo vedremo qualche pre-test da effettuare sul camper, prima di passare ai controlli più approfonditi di cui ho già parlato nel blog.




0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...