mercoledì 24 agosto 2011

Internet key: come scegliere la chiavetta per navigare ad alta velocità

Uno degli accessori a mio avviso immancabili per chiunque abbia deciso di trascorrere lunghi periodi in camper è senza dubbio una chiavetta internet usb, che permette di connettersi ad alta velocità, con o senza limiti di tempo e quasi ovunque. Oggi il mercato offre decine di soluzioni, la concorrenza fra i vari operatori è agguerrita e questo non fa che migliorare di anno in anno il rapporto qualità/prezzo del servizio. Prima di acquistare una chiavetta internet (anche detta internet key) è bene familiarizzare con alcuni aspetti tecnici di base. Vediamoli in ordine.


In primo luogo,  bisogna sapere che esistono diversi tipi di chiavetta: sim-locked, che funziona solo con la scheda sim con cui viene venduta, operator-locked, legate ad un operatore specifico (ad esempio, Tim o Vodafone) che provvede a marchiarle col proprio logo, e infine quelle sbloccate, con cui potremo usufruire di tutti gli operatori e delle relative offerte. Uno dei primi aspetti da prendere in considerazione è dunque se desideriamo rimanere legati ad uno specifico operatore.
 
Un secondo elemento da considerare è la velocità della chiavetta. Attualmente tutte le internet key permettono elevate prestazioni, grazie alla copertura sempre più capillare delle reti ad alta velocità come UMTS e HSDPA. 
Ad oggi si parte da uno standard di 7Mbps fino a superare i 40Mbps (ovviamente in download). E' bene però sapere che tali prestazioni sono del tutto teoriche: raggiungere simili velocità di connessione è praticamente impossibile, a causa della saturazione delle reti. In media si può considerare un risultato eccellente il raggiungimento della metà di quanto dichiarato dagli operatori.
Inoltre non bisogna dimenticare che non tutte le zone sono coperte da reti ad alta velocità. In aree (anche vaste) poco popolate del territorio nazionale potremo connetterci solo tramite GPRS, le cui prestazioni sono molto simili a quelle di una vecchia rete domestica a 56k.

Riguardo la scelta dell'operatore, possiamo dire che ormai tutti le principali aziende (Tim, Vodafone, Wind, etc.) sono in grado di offrire un servizio di connessione veloce (UMTS o HSDPA) molto capillare sul territorio. Bisogna pertanto valutare i tipi di offerte in base alle proprie esigenze di utilizzo, sia in termini di tempo che di traffico
Ad esempio, nel mio caso specifico, ho scelto di acquistare una chiavetta sbloccata e, come oepratore, mi sono rivolto a Tre. Per 20 euro al mese (più il costo della chiavetta da me acquistata a parte, circa 50 euro) mi offre una connessione senza limiti tempo (24 ore su 24), con ben 15GB di traffico mensile (500mb al giorno) inclusi nel prezzo.
In ogni caso, sia con Tre, sia con altri operatori, le opzioni sono molteplici, e in grado di soddisfare qualsiasi esigenza. Ad esempio, per chi utilizza internet saltuariamente, ci sono offerte a basso costo che offrono pacchetti di sole 30 ore mensili.

Un altro aspetto da considerare, quando si sceglie la chiavetta e l'operatore con cui navigheremo, è l'abbonamento. In molti casi infatti le offerte degli operatori sono comprensivi di chiavetta "gratis", ma ciò significa vincolarsi con un contratto che in genere ha una durata minima di due anni. Se prima della scadenza del contratto volessimo svincolarci, dovremo dunque pagare delle penali. Perciò l'abbonamento è da prendere in considerazione soprattutto per chi è del tutto certo di sfruttare il servizio internet mobile per molto tempo.
Nel caso in cui si preferisca non vincolarsi con un abbonamento, è bene optare per le offerte "ricaricabili". In tal caso dovremo provvedere autonomamente all'acquisto della chiavetta, ma potremo richiedere la cessazione del servizio in qualsiasi momento.

I prezzi delle offerte variano in continuazione. I servizi più comuni partono dai 20 euro mensili.
In genere tali somme vengono prelevate in automatico dal proprio conto corrente o dalla propria carta di credito: al momento della sottoscrizione del contratto ci verranno rischiesti tutti i dati per effettuare l'addebito mensilmente o bimestralmente.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
-Impianto tv in camper: consigli e nozioni base per un buon acquisto
-Computer portatile in camper: come collegarlo, alimentarlo e ridurre i consumi
-Digitale terrestre sul computer: come utilizzare il proprio monitor come una tv




6 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao, sto studiando da cima a fondo il tuo blog e devo farti i miei complimenti. Stai rispondendo a tutte le mie domande, anche quelle che ancora non mi ero posto.
Per quanto riguarda la chiavetta USB, qui parli di gestori che però hanno delle tariffe nazionali e per l'estero applicano una tariffa spropositata (questo è quello che ho trovato). Hai consigli/notizie riguardanti modi per avere internet ovunque. Sia in italia che all'estero ovviamente. Non vorrei dipendere esclusivamente dalle reti wireless pubbliche. grazie e complimenti ancora per il tuo preziosissimo lavoro

Ricky ha detto...

Ciao! Grazie per i complimenti :) sono contento di esserti utile

riguardo le tariffe all'estero, l'unica soluzione sarebbe quella di comprare una sim in loco, con tutti i dasgi del caso...purtroppo utilizzando una sim italiana all'estero (in Europa) le tariffe sono davvero folli...ho anche io questo problema...

Andrea ha detto...

Ciao Riccardo mi chiamo Andrea, sono capitato per caso sul tuo blog, e sono già 3 ore che ci navigo! complimenti per la profondità ed il coraggio delle tue scelte. Anche io ne ho fatte di analoghe, e ne sto ancora facendo, oltretutto siamo coetanei quindi l'empatia è stata immediata. In relazione a questo post, ho delle dritte relative alla mia piccola esperienza. Dopo varie ricerche nelle labirintiche offerte delle compagnie italiane relative alle chiavette internet, e dopo aver constatato che il 90% delle offerte sfruttano l'ignoranza dei consumatori, di cui sovente non hanno colpa, ho raggiunto un equilibrio accettabile e dai costi contenuti che mi sento di suggerire: ho comprato una chiavetta sbloccata su ebay germania a 35 euro. Si tratta di un modello specifico che ha l'uscita per antenna esterna, cosa fondamentale. Poi ho acquistato, sempre su ebay germania, un'antenna esterna (costo 19 euro) che potenzia il segnale di 10/15 db, leggerissima e che non esige alimentazione aggiuntiva. In pratica basta collegare la chiavetta all'antenna con il cavo. Infine ho scelto l' abbonamento wind più economico, offerto a 4,50 euro al mese nel periodo natalizio, che scalo mensilmente da una sim che ricarico di volta in volta. A prescindere dal tipo di abbonamento, che dipende dalle esigenze di ciascuno, ciò che consiglio a tutti gli amanti del nomadismo è di acquistare una chiavetta sbloccata con uscita per antenna esterna. Grazie all'antenna, infatti, sono riuscito a collegarmi in luoghi impensabili ed incantati, e c'è sempre una sottile emozione quando la tecnologia "buona" si combina con l'eternità del mondo che ci ospita. Infine, sottintendo a tutto ciò il mio incoraggiamento a diffidare dei falsi consigli dei rivenditori telefonici italiani ed a cercare tutto da sè, soprattutto su ebay germania, che in quanto ad elettronica e attrezzature cine-fotografiche è il top in europa. Se vi spaventa la lingua, usate google translator. E in ogni caso se avete incertezze potete contattarmi su manlyo@hotmail.com.
Ciao a tutti e w il nomadismo e lo spazio infinito della mente, che stanno cercando in ogni modo di restringere!

Ricky ha detto...

Ciao Andrea, grazie per gli ottimi consigli ! Anche io ho preso una chievatta sbloccata (44 euro in un negozio 3) però non sapevo esistessero queste antenne che potenziano il segnale per ottimizzare la ricezione...mi informerò a riguardo...grazie ancora :)

Ric

Francesco ha detto...

Ciao Ricky, mi sto facendo una cultura sulla vita in camper (vita non viaggio) e il tuo blog è veramente una fonte di informazioni preziosa. L'aspetto connessione mi sta particolarmente a cuore perchè per il mio lavoro è fondamentale. Le soluzioni con chiavetta le ho già sperimentate e, purtroppo, sono insufficienti per le mie necessità (sia per i limiti di traffico che per la velocità effettiva). Ho letto di soluzioni satellitari, tu hai qualche informazione in merito ? Il costo dell'impianto ovviamente è notevole, ma mi interessa soprattutto capire prestazioni e affidabilità. Ti è mai capitato di usarne, vederne o parlare con qualcuno che ha una connessione via sat ? Grazie mille per le informazioni

Ricky ha detto...

Ciao, mi ero informato anch'io per le connessioni satellitari (quelle della Telecom per la precisione), ma avevo poi lasciato perdere sia per i costi elevatissimi che per la velocità molto ridotta (mi pare che fino a un anno fa si parlasse ancora di 640bps in download). Ora come ora non so se la situazione è migliorata...

un saluto
ric

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...