mercoledì 3 settembre 2014

Acquistare il camper: motorhome, semintegrale, puro o mansardato? (seconda parte)

Esaminiamo in questa seconda parte i pregi e i difetti delle categorie di camper semintegrali e motorhome. 
Vantaggi e svantaggi dei camper puri e mansardati sono stati trattati in dettaglio nel post precedente. Buona lettura!

SEMINTEGRALI
Il semintegrale si differenzia dal mansardato soltanto per il fatto che la cellula (ovvero lo spazio "abitabile" del camper, che si differenzia dalla cabina guida) è sprovvista di mansarda. In genere sono dotati di letto basculante (si tira giù al momento del bisogno) o di letto matrimoniale fisso in coda. Sono considerati i camper ideali per la coppia, per una serie di motivi. Fra i vantaggi annoveriamo infatti la minore altezza del mezzo, che si traduce in una maggior maneggevolezza, e soprattutto una maggiore aerodinamicità che incide sulle prestazioni.
Da ciò derivano anche consumi più contenuti rispetto a un mansardato o a un motorhome. Fra gli svantaggi bisogna segnalare il fatto che il letto fisso in fondo, per quanto comodo, assorbe molto spazio non utilizzabile diversamente durante il giorno. Nel mansardato, invece, lo spazio del letto fisso rimane confinato nella zona della mansarda: in tal modo non ne risente l'abitabilità diurna del camper. Inoltre, se avete intenzione di vivere in camper con il vostro compagno o compagna per diverso tempo, non sottovalutate la dimensione del letto matrimoniale. In genere la larghezza del letto matrimoniale del camper (che si stratti di semintegrale o mansardato) non è paragonabile a quella del letto casalingo. Potrebbe quindi capitarvi che dopo qualche settimana riteniate più oppurtuno dormire in letti separati: ne risentirà l'intimità, ma ne guadagnerà la qualità del sonno. Questa possibilità in un semintegrale è piuttosto rara. Essendo un camper che offre in genere massimo 4 posti letto, dovreste ogni notte trasformare il tavolo della dinette in un letto. Il mansardato, invece, in virtù dei maggiori posti letto disponibili, non presenterà questo problema: oltre al matrimoniale della mansarda è presente quasi sempre almeno un letto singolo fisso.

Sarebbe un grosso errore, se si volesse optare per questa tipologia di camper, non considerare la possibilità di acqusitare un mezzo con monoscocca in vetroresina. Si tratta di veicoli di qualità superiore. La cellula, infatti, è costituita da un corpo unico in vetroresina che sostituisce le varie pareti a sandwich assemblate dei camper "classici". Purtroppo non sono mezzi economici, ma il costo è giustificato da: migliore coibentazione conto le escursioni termiche, maggior robustezza, e soprattutto impossibilità di infiltrazioni d'acqua, vero incubo di ogni campertista. Questo tipo di camper, inoltre, risente di una minor svalutazione nel tempo. Generalmente le scocche in vetroresina sono semintegrali, ma non mancano alcuni mansardati.

MOTORHOME
Ed ecco infine i veri bisonti della strada: i motorhome.  In questo caso la cabina di guida va a formare un tutt'uno con la cellula abitativa. Si tratta della tipologia di camper più sofisticata, e quindi anche le meno economica. Indubbiamente, il motorhome è in grado di offrire grandi soddisfazioni. I vantaggi di questo mezzo sono innegabili, primo fra tutti l'ampiezza deli spazi abitabili. Il letto matrimoniale è basculante: scende sul posto di guida, e può essere l'ideale per chi non tollera la scarsa altezza delle mansarde. Il fatto che il letto sia basculante lo rende però meno arieggiato (quando il letto è "chiuso" si troverà schiacciato contro la scocca del camper). Un altro aspetto, per molti non trascurabile, è la grande panoramicità offerta dal parabrezza, molto più ampio rispetto a quello di qualsiasi altra tipologia di camper. Tuttavia, anche il motorhome non è certo esente da svantaggi, peraltro facilmente intuibili. Prima di tutto il costo, ma anche il notevole ingombro e l'aerodinamica penalizzata dal grosso cristallo anteriore sono aspetti da tenere in considerazione.


In definitiva la scelta del camper non è certo semplice. Non c'è nulla di peggio dell'aver investito una cifra considerevole in un mezzo che non ci soddisfa appieno. 


(L'articolo che avete appena letto costituisce un aggiornamento del post originario pubblicato sul blog anni fa)

Se hai trovato utile quest'articolo leggi anche: 
-Vivere in camper: il top del risparmio e della libertà
-Aree sosta camper: consigli su come e dove pernottare per dormire tranquilli

-Prezzi camper nuovi e usati: esempi e riflessioni

-Quanto costa vivere in camper? Una prima panoramica




9 commenti:

Giorgio ha detto...

∼ Vivere è la cosa più rara del mondo: i più, esistono solamente..

..questo è l'unico pensiero che mi appartiene, quindi ho deciso: devo vivere in camper!!

Ho letto con interesse i tuoi post e sono orientato ad un semintegrale, considero la possibilità di acquistare un mezzo con monoscocca in vetroresina, la più idonea ad una permanenza definitiva..

Essendo solo con la compagnia della mia piccola cagnolina, credo che la scelta sia corretta.
Ora curiosando in internet, ho visto che la cifra è piuttosto impegnativa, ma tempo al tempo, qualche ulteriore sacrificio e poi spero con l'anno nuovo di riuscire nell'impresa..

Avrei piacere di poter approfondire al meglio la mia scelta, quindi accetterei volentieri ulteriori indicazioni in merito..
grazie, a presto Giorgio

Ricky ha detto...

Ciao Giorgio...la frase che hai citato rappresenta una delle mie icone di vita. Vivere non è cosa semplice e, come tutte le esperienze di raro privilegio, può richiedere un prezzo talvolta molto alto.

Tornando a tematiche più "pratiche"..la scelta di un monoscocca è senza dubbio la più saggia, poiché a lungo termine non si rischia di incorrere nell'incubo delle infiltrazioni. Certo, il prezzo non è per tutti...ma se si hanno le possibilità di acquistare un veicolo simile, è la via preferenziale. Purtroppo non so darti informazioni molto dettagliate, poiché il mio camper è un "semplice" mansardato. In rete troverai di certo tutte le info di cui hai bisogno. Ti consiglio a tal proposito il forum del sito Camperonline, dove troverai persone disponibili e competenti, in grado di sciogliere ogni tuo dubbio.

Un saluto..e spero che continuerai a seguire il blog!
Ric

Anonimo ha detto...

Ciao ricky, sono Andrea, anche se è passato molto tempo dall'ultimo post in qs sezione, mi permetto di porti un altro quesito. Io mi sto organizzando per vivere in camper e sono ancora indeciso tra il semintegrale e il puro, essendo da solo penso che un puro sui 5 metri e 1/2 anche se ha spazi interni più stretti mi permetterebbe spostamenti più agevoli ma sopratutto di passare molto più inosservato e quindi poter parcheggiare la notte ovunque senza attirare l'attenzione dei balordi e senza infastidire chi abita vicino occupando lo spazio di un furgone (dalle mie parti ce ne sono tantissimi).
Che ne pensi?

Ricky ha detto...

Ciao Andrea, la tua idea è ottima
se pensi di vivere in camper da solo (e di rimanerci) il semintegrale è la via preferenziale, senza dubbio
consuma meno, è più maneggevole, veloce..
te lo consiglio a occhi chiusi
certo, in quanto al passare inosservati, non credo che cambi molto...è sempre un camper, cambia solo che è un metro più corto (quindi si parcheggia meglio) e non ha la mansarda!

buona fortuna e fammi sapere come procede!

a presto
Ric

Daniele ha detto...

Ciao Ricky, complimenti per il tuo blog!

Ti volevo chiedere se l'MOTORHOME ha una specie di "porta" che la divide dall'abitacolo.

Grazie, Daniele.

Ricky ha detto...

Ciao Daniele, grazie per i complimenti
il motorhome, come qualsiasi camper, non dispone di una vera e propria porta che lo divide dall'abitacolo, anzi...nel motorhome la "zona-guida" e la parte abitativa del mezzo sono molto più omogenee rispetto ai mansardati, proprio perché il motorhome non dispone di una vera e propria cabina guida dedicata

saluti
Ric

Anonimo ha detto...

Mi sembra incredibile quanto si afferma suimotorhome ossia che tra i difetti vi sarebbe la scarsa aereodinamica per il grande parabrezza. Sono possessore del motorhome e mi sto orientando verso un mansardato solo perchè il letto a castello è ben poco diffuso tra i motorhome ma ho altresì riscontrato che solo pochi mansardati hanno tipologie minimamente vivibili almeno per certi anni; in particolare tra il 2002 ed il 2006 si ha il Laika serie punto ossia 10,1 8.1 4.1 i mizar pegaso gli Arca serie 639 o 710 oppure gli HYmer camp per il resto vedo solo grande senso di claustrofobia.
Le finestre sono importanti così come gli oblo credo infine che anche il rivestimento con disegni possa fare la differenza.
Andrea

Anonimo ha detto...

ciao a tutti,
ho maturato l'idea di vendere casa e vivere in camper, girando magari l'europa, sono indeciso sul mezzo per la vita, sono io e la mia ragazza, abbiamo un budget di 80mila e vogliamo prender un camper comodo e sicuro....ho una sola e "semplice" domanda da farvi, cosa scegliere? grazie
Gabriele

Riccardo McOtter ha detto...

Con una cifra simile hai l'imbarazzo della scelta...Hymer, Carthago, Laika, Arca... ;)

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...