domenica 16 febbraio 2014

Vivere in camper senza rinunce, con lavatrice, aspirapolvere, microonde, monopattino elettrico e molto altro

                          
monopattinoQualche tempo fa ho letto un commento molto interessante inserito da un lettore del blog, di nome Flavio, il quale ha attrezzato il suo camper in maniera così completa da avere ben poco da invidiare a una casa. Ovviamente, non mi sono fatto scappare l’occasione di intervistarlo! Flavio si è dimostrato molto disponibile e mi ha mandato anche delle foto. E pensate che ho dovuto tagliare molti dettagli tecnici per poter rendere l’articolo fruibile anche ai meno esperti. Esperienze come quella di Flavio dimostrano che spesso, quando si vuole davvero raggiungere un risultato, non ci sono limiti che tengano. Buona lettura.

1) Benvenuto Flavio, dal commento che hai inserito pochi giorni fa su questo blog sembrerebbe che il tuo camper abbia ben poco da invidiare a una casa. Prima di entrare nei dettagli, ci spieghi da cosa è derivata la tua scelta di vivere in camper?
Ho avuto fin da piccolo uno spirito nomade e indipendente. Ho sempre fatto campeggio, tenda, bivacchi, in bici, in moto, in auto, poi roulotte. In seguito, ho venduto una delle mie auto e la roulotte, e ho acquistato un camper per contenere le spese in modo drastico (il mio affitto ammontava 900 euro al mese più le spese), prevedendo che questo sarebbe diventato la mia casa, la dimora della mia compagna e del mio lupo cecoslovacco. 

2) Da quanti anni vivi in camper? Quanto tempo prevedi che durerà questa tua  esperienza?
Adesso sono quasi due anni e non sento più la mancanza di una casa. Mi piacerebbe un bel camper americano, questo sì, ma una casa no. E’ troppo emozionante la mattina, appena sveglio, pensare “ma oggi dove sono?”, e il mio lupo è felice di scoprire odori nuovi e posti diversi.
La mia vita in camper ruota intorno al lago di Garda, che mi offre panorami splendidi.
Non ho più una casa, ho affittato un piccolissimo magazzino asciutto, 20 euro al mese (9mq) da utilizzare come deposito e cambio stagione. 

3) Che tipo di camper hai?
Nella mia ricerca ho puntato sul camper più grande che si può guidare con la mia patente B, un mezzo un po' datato ma con motore Iveco turbo, ruote gemellate,  servosterzo, gancio di traino.
Ho trovato, dopo ricerca accurata, un Laika Laserhome 671, con garage per il trasporto moto e generatore incorporato con avviamento interno da 2,5Kwh. Il camper aveva anche WC nautico, serbatoio da 200lt di acque chiare, 120lt grigie, e gli altri accessori di serie. 

4) Parlaci ora nel dettaglio degli accessori che hai installato sul tuo camper.
In cucina, oltre agli accessori di serie, ho un forno a microonde grill usato che presto cambierò con un altro dalle misure eccezionali: solo 39x36 centimetri e profondità 36cm con piatto girevole da 28cm.
Per ottenere il  massimo comfort ho installato anche:
Lavatrice verticale da 4kg 240W con centrifuga 2800 giri, asciugatrice ad aria calda da 900w con ferro a vapore 1100w nel vano ricavato in bagno. Le lavanderie self-service hanno costi piuttosto elevati, senza contare la difficoltà a reperirne una al momento del bisogno. Per questo ho preferito attrezzarmi in camper! Con un dispendio irrisorio di gas e benzina ho sempre il bucato pulito e profumato. Ho anche un aspirapolvere centralizzato con comando a distanza, con bocchetta di innesto interna, posizionato nel garage con scarico aria esterno.
Telecamera retromarcia, telecamera scarico nere e telecamera scarico grigie: tutte wireless, con accensione posto guida e visore su schermo. Tv lcd 16" con lettore dvd. Ho anche un sistema wi-fi per consentire la connessione internet a più telefoni, tablet o computer, e sistema wirless per stampante nella cabina armadio. Ho centralizzato i comandi del boiler e delle ventole della stufa Truma.
Nel garage ho monopattino elettrico e relative prese per la ricarica. 
lavatrice
Lavatrice e asciugatrice in camper
 
5) Parlaci del tuo monopattino elettrico (visibile nella foto in cima all’articolo). Lo trovi utile?
Ho preferito acquistare un monopattino elettrico per varie ragioni:
A) il costo, sicuramente più economico di uno scooter
B) il peso: 34 kg, lo scooter parte dai 70 kg
C) le dimensioni: il monopattino si ripiega, può stare in auto, si può portare in metro, in pullman, in vaporetto etc.  Lo scooter no
D) il rimessaggio: il monopattino sta senza problemi nel garage del camper senza utilizzo di rampe
E) il pacco batterie non costa molto: non sono batterie specifiche o dedicate  quindi si trovano normalmente
F) la portata del mio modello è 150 kg
G) con il peso così ridotto (togliendo il pacco batterie) si può mettere sul portabici
Per quanto riguarda la ricarica ha tre batterie  da 12v da 12Ah ricaricabili. Per la circolazione su strada esistono delle normative ben precise (che variano da nazione a nazione): occorre perciò informarsi in dettaglio, di volta in volta, nelle sedi opportune.

5) Come hai risolto il problema dell'autonomia energetica?
Ho installato due batterie in parallelo da 100Ah da trazione (vorrei le AGM ma ho paura che siano delicate, quindi per adesso provo così, anche se conosco le problematiche connesse alle normali batterie da trazione). In aggiunta ho una batteria di scorta da 120 ah. Ho anche un inverter da 1000W (2500W di picco), pannelli solari per un totale di 280W con display di controllo. Per ottimizzare i consumi utilizzo solo luci led (strisce cinesi da 4-8 euro) sulle plafoniere originali. Inoltre, ho inserito dei temporizzatori in modo da evitare di dimenticare accesa qualche luce che andrebbe a scaricarmi le batterie. 

6) E per quanto riguarda l'autonomia idrica?
Come già detto, ho 200lt di acque chiare, tanica “gonfiabile” per situazioni di emergenza, prolunga 20 metri. Inoltre, per meglio dosare il consumo dell'acqua, ho inserito una rondella di riduzione flusso sui rubinetti. Il lavaggio piatti deve essere fatto sgrassandoli preliminarmente con i tovaglioli. 

7) Come ti sei regolato per il sistema di riscaldamento? Hai anche un condizionatore?
Ho modificato le tubazioni per portare l’aria calda vicino alla porta d’ingresso, punto più freddo del camper. La stufa è la vecchia Truma, con ventola a variazione automatica e ventola di rinforzo anteriore. Il comfort è ottimo e il consumo contenuto (il garage, la cabina armadio e il vano verdura non sono scaldati ma sono ben coibentati). Inoltre, ho un termoconvettore con termostato (quasi mai usato) per eventuale allaccio a colonnina esterna o, in casi di emergenza, al generatore. Riguardo al condizionatore ho ragionato molto sui consumi e la praticità. Il modello evaporativo non mi soddisfaceva. Per questo ho preferito due Turbovent a regolazione variabile e non posso lamentarmi. 

8) Hai installato antifurti o altri dispositivi in grado di garantire la massima sicurezza in sosta libera?
Il mio lupo pesa 48 chili ed è alto 71 centimetri al garrese: un buon antifurto!
E poi chi ruba un vecchio camper? Comunque ho un volumetrico interno, contatti sulle porte, e un segnalatore di presenza esterno che protegge la porta se qualcuno si avvicinasse e il lupo (difficile) fosse distratto. 

9) Quali altri migliorie vorresti apportare?
Ho in progetto un inseguitore solare  che aumenterebbe la mia produzione da una media (stimata dal PVGIS) in dicembre /gennaio di  290w, a una media di 710w: il 130% in più!
In fase di realizzazione ho uno scaldacqua rapido da 5 litri al minuto, e un inverter da 1700W controllo remoto soft start.




12 commenti:

Anonimo ha detto...

Porca miseria..sono sconvolto..non e' un camper..piu somigliante invece alla stazione di controllo spaziale di Houston!

paolo sacchi ha detto...

il camper in questione è sicuramente interessante, ma il bello della vita in camper è anche quello di prendere un pò la vita come viene, quindi, quando io farò il passo di andare a vivere in un camper, saprò fare a meno senza problemi della lavatrice e del forno a microonde. noi crediamo di aver bisogno di tante cose, ma invece abbiamo bisogno "soltanto" di libertà e serenita. e la vita in camper o in caravan serve appunto per essere piu liberi e sereni, sia pure a costo di qualche scomodità

brave wolf ha detto...

In effetti caro Paolo il microonde sul camper non e' contingente ma vedi tutto dipende dalla qualita' della vita che si vuole avere
Nella vita in camper le pecche sono gia' : mancanza di spazio,mancanza di intimita' ,caldo,freddo,avere solo l'essenziale ,limitata dispensa ,quando piove,nevica ,l'essere organizzati al massimo
E da qui nascono esigenze che nel caso dell'esperienza della VITA IN CAMPER non il weekend o le vacanze, certamente non si possono sopperire o sorvolare
La lavatrice col tempo diventa una esigenza anche economica il bucato nelle lavanderie a gettoni puo' arrivare ad avere una incidenza che si aggira intorno ai 500 euro all'anno il doppio del costo di una lavatrice verticale e di una centrifuga da camper
Questo a prescindere dal tempo per trovare la lavanderia ,la sua disponibilita ed ubicazione
Capisci che diventa col tempo importante e utile cosi' come altre "diavolerie" che vengono maturate dalle esigenze di bisogno
Comprendi che risparmiare 250 euro il primo anno (il detersivo e' comunque a parte) e 500 euro il secondo anno copre per esempio l'assicurazione o qualsivoglia altro
Avendo un cane che abita il camper il problema peli e' costantemente presente cosa meglio di avere un aspirapolvere nel garage con il solo tubo che entra nella cellula l'accensione radiocomandata in modo che in cinque minuti ,anche piu' volte al giorno si puo' avere un ambiente pulito e sano (l'aspirapolvere scarica all'esterno per non sporcare o "inpuzzare" il garage
Capisci quindi che piu' l'ambiente e' piccolob e piu' nasce l'esigenza di organizzazione e soluzioni a misura di problema
Anche lo scaldacqua istantaneo nasce dall'esigenza di avere la possibilita' di avere subito acqua calda , eliminare il problema del congelamento del boiler ,risparmio di gas,risparmio di acqua e un visibie miglioramento della qualita' di vita gia' a volte precaria in camper
Visto che il tuo futuro progetto e' di vivere in camper e se questo tuo vivere non sara' appoggiato ad un cameggio ti consiglio di cuore di fare tesoro di queste asperienze certo che ti torneranno utili
ciao
Flavio

brave wolf ha detto...

Cosi come l'inseguitore nasce da una esigenza di autonomia energetica invernale
Saluti
Flavio

Cristian ha detto...

In queste interviste andrebbe anche chiesto il lavoro.
Anche io vorrei andare a vivere in camper, ma per lavoro sono costretto a stare 8 ore al giorno chiuso in ufficio, è questo mi frena perché fa un po venire meno lo spirito di una vita in camper.
Leggendo queste interviste sembra che tutti ogni giorno sono in un posto diverso e si godono la vita come sognamo tutti. Si ma i soldi da dove arrivano? Secondo me sarebbe un informazione importante.

Anonimo ha detto...

Cristian il tuo commento è legittimo ma rischia di apparire un po' scortese: non si chiede alla gente dei loro soldi.
Come campa un fulltimer "nomade"? Ci sono 4 categorie, molto spesso mischiate:

1) Proprietà immobiliari da qualche parte (un appartamento o un paio in affitto)
2) Dei risparmi da usare con grande oculatezza, magari investiti in qualche fondo poco rischioso
3) Fanno dei lavori stagionali e poi usano i soldi con parsimonia il resto dell'anno
4) Fanno lavori "digitali" per cui basta la connessione a internet e un computer

Certo fare questa vita è piuttosto economico... ma un po' di soldi servono ;) incomincia risparmiare!

wapi72 ha detto...

Ciao, complimenti per la dotazione, ma rientri nei limiti di peso?
Giancarlo

Anonimo ha detto...

Buongiorno. Complimenti per la vostra scelta di vita. Per favore qualche chiarimento, con 280 watt di pannelli, riesci ad essere autonomo? Mi potresti dare la marca della lavatrice e dell'ascigatrice? Sto seriamente pensando di imitarvi e stavo pensando ad una lavasciuga tradizionale, ma i pesi sono notevoli, mentre le vostre mi sembrano sufficientemente leggere e riescono a svolgere il loro lavoro a differenze di quelle mini da camper che ho visto in vendita, ma che non funzionano. Grazie ed in bocca al lupo saluti raffaello

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, e complimenti a Riccardo per avere sfruttato così bene una situazione negativa e averci trovato il buono!!
Sto leggendo e rileggendo questo blog da qualche mese e ne ho tratto utili informazioni.
Ho 38 anni, un lavoro fisso, un appartamento (con mutuo), una compagna, un'auto ecc... Come quasi la totalità della gente.
Non voglio certo mollare il lavoro (oggi poi!?), e non mi posso permettere di perdere l'unica fonte di reddito.
Però come altri hanno scritto, mi manca una buona dose di libertà.
Senza annoiarvi oltre con le mie considerazioni, avrei davvero bisogno di tutte le vs. esperienze e conoscenze (soprattutto tecniche!!), per decidere al meglio quale mezzo acquistare e poi per attrezzarlo secondo le mie esigenze... una lava\asciuga non sarebbe male!...
Per chi volesse contattarmi questa è la mia mail: michelez@libero.it
Intanto continuo a leggervi!!

Ilario ha detto...

Quest'uomo è un mito, punto.

flavio ha detto...

ciao sono Flavio l'intervistato!Adesso sono 5 anni che vivo in camper e sono ancora più contento! ho fatto altre modifiche (finito e collaudato l'inseguitore solare per esempio) e tutto va alla perfezione!!sto facendo degli esperimenti per l'installazione di un piccolo generatore eolico e ho gia montato un congelatore 4 stelle con inverter e batteria dedicati,strutturato meglio il riscaldamento con un rafforzatore di aria e e ancora 300 watt di pannelli solari fissi però flessibili da 1,5 kg cadauno. facilmente sostituirò anche gli esistenti con dei simili per risparmiare circa 25 kg. ho acquistato un rimorchio con coperchio idraulico per tutta lo mia attrezzatura in modo da avere tutto quando mi allontano per mesi dal mio piccolo deposito.ho sostituito tutte le luci uniformandole per avere un solo tipo di lampada led di ricambio. il mio antifurto farà anche da "telefono fisso" e mi permetterà di ricevere informazioni sullo stato del camper via SMS.per le luci ho montato altri sensori di presenza temporizzati per risparmio e qualche termometro digitale per il controllo temperature e ventole frigo.e poi altro ancora!! se volete informazioni non esitate a contattarmi! saluti a tutti e buon viaggio Flavio

Riccardo McOtter ha detto...

Flavio mi lasci senza parole! Sei un uragano :) Sono certo che le tue innovazioni troveranno molti lettori interessati...

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...