venerdì 7 novembre 2014

Inverno in camper? Ecco come trascorrerlo al caldo, in Grecia

Con l'inverno alle porte si rinnova annualmente uno dei più grandi dilemmi di ogni camperista, sia esso fulttimer o viaggiatore incallito: dove trascorrerò i mesi freddi? Come ho già evidenziato in vari articoli del blog, le rigide temperature invernali possono causare svariati disagi alla vita in camper, la maggior parte dei quali superabili se si decide di svernare in luoghi dove la temperatura è più mite. Oggi vi presento l'intervista a Massimo, che ci parla in modo approfondito della Grecia, una meta che unisce temperature miti, panorami eccezionali e grande offerta culturale. Buona lettura!

1) Buongiorno Massimo, dal tuo blog apprendiamo che sei un vero esperto di viaggi in Grecia. Cosa ti ha spinto a voler visitare spesso questo paese in camper?
Sono arrivato in Grecia quando ero bambino, al seguito dei miei genitori e da allora, pur viaggiando molto e anche per periodi lunghi, ho sempre comunque fatto base ad Atene.
Il camper l’ho scoperto solo 10 anni fa e da allora, in compagnia di mia moglie e spesso anche nostro figlio, abbiamo girato per i Balcani, Europa centrale e ovviamente tutta la Grecia in lungo e in largo, avendo all’attivo circa 120.000km. La particolarità della Grecia è quella di avere una costa interminabile, con centinaia di posti dove potersi fermare facendo sosta libera senza problemi; i Greci sono ospitali e poliglotti, per cui comunicare è raramente un problema e, importantissimo, è uno dei paesi più sicuri d’Europa per quanto riguarda la criminalità, fatta eccezione per Atene, dove come in tutte le grandi città bisogna stare un po’ più attenti.

2) L'inverno è alle porte, e molti viaggiatori e fulltimers già si domandano in quale paese trascorrere i mesi più freddi. Sappiamo che Marocco e Spagna sono molto gettonati per via delle temperature miti. Cosa puoi dirci della Grecia?

Pur non avendo esperienza diretta del Marocco, credo che il clima della costa sud del Peloponneso e ancora di più Creta non sia molto distante dal quello del Marocco Settentrionale. L’inverno si sente, ma le medie sono intorno ai 12 gradi a Creta e vicine ai 10 nel Peloponneso.
Molti tedeschi e sempre più inglesi scelgono da anni la Grecia per passare l’inverno sia in libera che appoggiandosi a campeggi, che in bassa stagione hanno prezzi più che ragionevoli per permanenze lunghe, nell’ordine dei 200-300 euro al mese tutto incluso a seconda della zona.
Direi che la Grecia è una destinazione invernale perfetta per i fulltimers che non cercano un posto per fermarsi aspettando il bel tempo, ma desiderano utilizzare anche i mesi invernali per continuare a girare e vedere posti nuovi, senza soffrire troppo il freddo.

3) Quali sono le maggiori difficoltà che hai incontrato nel trascorrere l'inverno in Grecia col camper?
Problemi particolari non ce ne sono, l’unica difficoltà forse è nel reperire bombole di propano, che però non sono così indispensabili, a meno che si voglia andare a fare una gita in montagna dove le
temperature possono scendere parecchio sotto allo zero. In caso di guasti all’attrezzatura del camper (riscaldamento, frigorifero ecc.) non esistono officine specializzate al di fuori di Atene e Salonicco, ma questo vale anche per l’estate.

4) In quali zone della Grecia ritieni più opportuno trascorrere l'inverno (anche in virtù della loro bellezza, offerta culturale, presenza di servizi....)?

Per un fulltimer consiglio senza esitazione Creta. Il costo del traghetto viene ammortizzato passandoci qualche mese e anche se si tratta di un’isola, c’è così tanto da fare e da vedere che ci si potrebbero passare degli anni. Anche il Peloponneso è una buona scelta, oltre alla costa con il suo clima più mite e meglio organizzata come strutture per l’inverno, offre la possibilità (facendo pochi chilometri) di salire in montagna, per godersi anche un po’ di neve. Per chi ama l’archeologia e la storia ovviamente la Grecia non ha molti rivali e l’inverno è la stagione migliore per visitare i siti archeologici evitando la ressa estiva!

5) E' possibile fare sosta libera oppure è meglio optare per i camping e le aree di sosta?
La legge greca vieta il campeggio libero, ma non fa riferimento ai camper, lasciando così dei dubbi sulla sua interpretazione. In pratica l’esperienza indica che se si è parcheggiati senza aprire tende ecc. la sosta libera è tollerata. L’estate scorsa ci sono stati un paio di casi in cui hanno multato dei camper in luoghi dove si verificavano degli assembramenti esagerati e senza regole, però con un po’ di buon senso non ci sono assolutamente problemi a rimanere in libera ovunque. Personalmente in 10 anni che giro in tutti gli angoli del paese non mi ha mai disturbato nessuno. Aree sosta vere e proprie sfortunatamente ne esistono solo un paio. Il vero problema in Grecia è vuotare le acque nere, soprattutto in bassa stagione.
In estate nei pressi delle spiagge e facile trovare dei bagni pubblici aperti o le cabine WC chimiche, dove poter svuotare. In inverno le cose diventano più complicate. La maggior parte dei campeggi, chiedendo, lascia fare camper service facendo pagare solitamente tra i 5 e i 10 euro. Fontanelle d’acqua per il rifornimento si trovano invece un po’ dappertutto (con qualche problema sulle isole minori).I distributori di benzina, chiedendo gentilmente, di solito lasciano sia fare rifornimento d’acqua che utilizzare il loro bagno pubblico per svuotare.

6) Cosa puoi dirci del costo della vita? (cibo, gasolio, riparazioni camper, bombole gpl, spese sanitarie...)

Alla fine dei conti e a seconda del tipo di vita che si fa, vivere in Grecia costa meno che in Italia, ma la differenza non è enorme. Sicuramente costa meno il gasolio e mangiare fuori. Far la spesa costa
per alcune cose di più e per altre meno, per esempio i super alcoolici, caffè, acqua minerale costano molto di più, mentre invece le birre, pane, frutta e verdura costano decisamente meno. Le officine in genere costano meno come mano d’opera e di più per i ricambi, ma anche in questo caso le differenze non sono enormi, ad eccezione dei lavori di carrozzeria che in Grecia possono essere molto convenienti. La sanità pubblica funziona piuttosto bene dappertutto ed è gratuita, per cose gravi bisogna però per forza raggiungere i centri più grandi, che comunque nel caso di Creta e Peloponneso sono sempre relativamente vicini. I dentisti costano molto meno che in Italia e sono generalmente bravi, tra l’altro una grande percentuale ha studiato in Italia e parla anche italiano ;)
Un’altra cosa comoda è che in tutti i centri abitati si trova facilmente una connessione wi-fi aperta e in ogni caso tutti i caffè, bar, ristoranti hanno il wi-fi a disposizione dei clienti.

7) Quali sono i costi per raggiungere la Grecia? 
I costi per arrivare via terra da Trieste al nord della Grecia sono praticamente uguali a quelli del traghetto, in caso di offerte speciali o bassa stagione probabilmente costa meno quest’ultimo.
Per il Peloponneso o Creta, sia dal punto di vista tempo che da quello economico, meglio il traghetto di sicuro. Tra l’altro alcune compagnie che fanno sia la tratta Italia-Grecia, che quella Pireo-Creta fanno
grossi sconti se si prendono i biglietti allo stesso momento. Attraversare i Balcani, secondo me è da fare, ma ha senso solo se si ha il tempo di fermarsi e conoscere i posti nuovi entrando un po’ anche
nella loro di cultura. Evitando magari di fermarsi in Croazia che è risaputamente camper-razzista ! ;)

8) Anche tu stai pensando a un futuro da fulltimer? Se sì, quali sono i motivi che ti spingono a questa scelta?

Beh, io e mia moglie abbiamo sempre viaggiato in vari modi, per piacere personale, ma anche per professione, visto che io sono un fotografo di  viaggio e lei giornalista. Questo è per noi l’anno che andremo in ‘pensione come genitori’, nostro figlio si sposterà in Scozia per proseguire gli studi e noi saremo finalmente liberi di vagabondare senza impegni. Quindi la scelta è semplice, lasciamo la casa di Atene e ci mettiamo in strada senza meta precisa, continuando a lavorare come freelancers per varie riviste e sul nostro sito camperistas.com

Massimo Pizzocaro
http://camperistas.com

Diventa mio amico/a su facebook per ricevere aggiornamenti e anteprime!
http://www.facebook.com/massimo.camperistas




0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...