sabato 9 luglio 2011

Gommoni, barche, canoe e windsurf: le diverse tipologie e tutti i modi per portarli in camper



Vivere o viaggiare in camper non significa rinunciare alle nostre passioni. In particolare, se amiamo il mare, possiamo navigare grazie ad imbarcazioni semplici e poco costose, quali i gommoni pieghevoli. Tali gommoni possono essere completamente gonfiabili oppure semirigidi. Questi ultimi hanno tubolari gonfiabili (i tubolari sono le grosse camere d'aria che compongono il perimetro del battello), dispongono di plancia di comando e talvolta anche di una cabina. Un gommone semirigido da 5-6 metri è molto confortevole, ma richiede necessariamente il trasporto su carrello, anche perché è composto da parti che non possono essere sgonfiate, quali la carena o la cabina di pilotaggio.

Al contrario, un battello da 3 metri completamente sgonfiabile, pur riducendo l'equipaggio e le prestazioni, può essere trasportato anche a bordo di un camper: una volta sgonfio, viene chiuso in una sacca lunga circa un metro, profonda 60cm e alta circa 40cm. 
E' bene non esagerare con il numero di posti a bordo: un gommone da 3 metri, omologato per 4 persone, può trasportare comodamente non più di 2-3 persone. Per questo, è consigliabile raggiungere il limite dei posti omologati solo in rare occasioni e per brevi tragitti. 
Il peso di un gommone di questo tipo è di circa 50-60kg. Il motore occupa uno spazio appena inferiore, ha un peso di circa 30-40kg e può essere riposto in un gavone. E' bene non esagerare con la potenza: per un gommone da 3 metri, possono bastare 10-15 Cv.

Nel caso di gommoni semirigidi o imbarcazioni con scafo in vetroresina, è necessario l'utilizzo di un carrello.
Per una barca da 5 metri, il peso si attesta intorno ai 700kg (motore compreso). Considerando anche il peso del carrello, raggiungeremo i 1000kg o poco più.
 Un gommone semirigido di circa 5 metri di lunghezza avrà invece un peso di circa 150kg, cui dobbiamo aggiungere almeno 70kg per il motore.

Apriamo una parentesi per quanto riguarda i carrelli: l'applicazione di un gancio traino comporta un aumento della massa a vuoto del camper e, quindi, una possibile riduzione dei posti omologati. Bisogna anche tener conto della difficoltà di guida, soprattutto nelle manovre.
Per quanto riguarda i limiti della massa rimorchiabile, i carrelli porta barca di modeste dimensioni (entro i 750kg di massa complessiva del rimorchio) sono utilizzabili anche da chi dispone della sola patente B. Tuttavia, non sono sufficienti al trasporto di medie imbarcazioni (quali una barca da 5 metri), per le quali si richiedono carrelli con massa complessiva di 1000-1500kg. Il costo di questi ultimi varia dai 2000 ai 3000 euro.
Ricordiamo inoltre che il gancio traino deve essere montato solo in officine autorizzate e deve essere omologato con trascrizione sulla carta di circolazione del veicolo.

Alternative più semplici ed economiche rispetto a barche e gommoni sono le canoe, che possono essere trasportate solo sul tetto. Non ci sono problemi per quanto concerne l'altezza né il peso (dai 15 ai 30kg), ma la lunghezza può costituire un limite nel caso il nostro camper non fosse abbastanza grande. Una canoa monoposto misura circa 4 metri, mentre le biposto superano in genere i 5 metri. E' possibile anche optare per le canoe gonfiabili: non hanno le stesse prestazioni di quelle rigide, ma ne guadagna la facilità di trasporto.

Anche riguardo il Windsurf, il trasporto avviene sempre e solo sul tetto (in rari casi si può utilizzare un grande gavone sotto il pianale). La tavola può essere trasportata senza problemi, avendo una larghezza contenuta e una lunghezza che non supera i 3 metri. L'albero può essere divisibile.




0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...