mercoledì 2 febbraio 2011

Volterra, fra palazzi, musei, chiese ed alabastri

Palazzo Priori, il più antico palazzo comunale toscano (iniziato nel 1208)


Data: 10 ottobre 2010
Luogo di sosta: Parcheggio Docciole, gratuito, in via dei Filosofi, con acqua e pozzetto

Il tragitto fra Lucca e Volterra ci ha donato paesaggi fra i più incantevoli incontrati attraverso le campagne toscane. Nude colline si estendono fino all'orizzonte, segnate qui e lì dai caratteristici filari di cipressi, vigneti e casine di campagna. I colori sono spenti, malinconici: questo non è il mondo dell'autunno sgargiante, pittoresco, che s'incontra nei boschi. E' l'autunno della terra che chiede riposo, lasciando ingrigire i campi, dove le morbide dorsali erbose diventano simili a coperte color avana.
A Volterra troviamo poi un comodo parcheggio per camper, da cui inizieremo la nostra visita.
La cittadina, come del resto – ormai posso dirlo – la maggior parte delle cittadine e borghi toscani, presenta perfettamente intatto il suo originario assetto urbano medioevale.
E' possibile visitare musei, chiese, palazzi storici, e soprattutto ammirare le stupefacenti opere in alabastro dell'artigianato locale. Da secoli Volterra è celebre per le sue raffinate opere in alabastro, una pietra che ho sempre trovato di fascino e nobiltà ineguagliabile, tanto è vero che, per buona parte della nostra visita, mi sono soffermato in un negozio che tratta tali articoli.Bisogna osservare, e soprattutto toccare con mano, queste sculture per comprenderne l'eleganza e l'austera bellezza: vagando fra cavalli, lampade, mappamondi e scacchiere color bianco-avorio, si rimane abbagliati. Uno spettacolo davvero inconsueto; visitare queste “botteghe delle meraviglie” è da considerarsi, a mio parere, una delle principali ragioni di una visita a Volterra.
Naturalmente non mancano musei, chiese, e importanti palazzi medioevali. In particolare, è da segnalare la bellissima piazza, un autentico spaccato d'architettura urbana medievale, dove troneggia il Palazzo dei Priori, risalente al 1208 e considerato il più antico palazzo pubblico toscano.
Merita una visita anche Palazzo Viti, una casa-museo dove sono esposte opere d'arte, arredi, candelabri in alabastro, oggetti antichi e molti libri, anche rari.
Di grande interesse artistico e storico sono anche il Duomo in stile romanico, il teatro romano (I sec. a.c.), la Fortezza Medicea, il Battistero di San Giovanni con pareti decorate secondo la classica bicromia dei marmi bianchi e verdi tipica delle costruzioni romaniche. 
Insomma, Volterra è un'altra autentica perla di cultura italiana, densa di itinerari eterogenei in grado di soddisfare ogni tipologia di turista. 
Una tappa immancabile della Toscana.




0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...