domenica 7 novembre 2010

Gran Sasso...apri gli occhi e immagina

Un altro mondo...

Estate 2010 sul Gran Sasso


Esistono ancora mondi dove poter Vivere preziosi istanti di contemplazione, riflessione, raccoglimento, entusiasmo e stupore? C'è ancora posto per una natura incontaminata, selvaggia, salva dal turismo di massa? Probabilmente esistono luoghi sul Pianeta che rispondono perfettamente a questa descrizione. Purtroppo sono semi-sconosciuti, pressoché irraggiungibili, eppure esistono. Uno dei miei più grandi sogni è sempre stato quello di poter ammirare, almeno una volta nella vita, uno di questi paradisi. In parte posso dire di aver già raggiunto questo mio obiettivo, grazie al Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Parliamo delle montagne più alte dell'Appennino: molte vette superano i 2500m, per culminare nei 2912mt del Corno Grande. Sono anche conosciute come le Dolomiti del Centro Italia, grazie alla loro imponenza, eleganza, e conformazione rocciosa.
Uno degli spettacoli di maggior rilievo è rappresentato senza dubbio dalla piana di Campo Imperatore: il più vasto altopiano carsico d'Europa, che raggiunge i 27km di lunghezza per 8km di larghezza, ad una quota media di circa 1800mt., conosciuto anche, grazie alla sua straordinaria, incontaminata bellezza, come il Tibet d'Europa. Il fascino di questa zona ha attirato registi cinematografici e televisivi che qui hanno girato numerosi film e spot pubblicitari. Fra quelli di maggior spicco: LadyHawke, Il nome della Rosa, Lo chiamavano Trinità, L'orizzonte degli eventi, Così è la vita.
Grazie al camper, ho realizzato uno dei miei più grandi desideri: trascorrere un'intera estate completamente immerso in questi luoghi. Circondato da spazi sconfinati ed incontaminati, ho potuto riscoprire il valore inestimabile dei silenzi e dei profumi, mi sono perso fra volte stellate che non credevo possibili, ho ammirato tramonti partoriti dalla fantasia di un pittore.
Memorabili sono state le notti a Campo Imperatore: contemplare in solitudine uno spettacolo tanto suggestivo è da considerarsi una rara fortuna, soprattutto in una nazione "commerciale" come l'Italia. Se volete provare un'esperienza che l'indomani vi farà domandare “è stato un sogno o realtà?”, trascorrete una notte a Campo Imperatore, fermatevi nel mezzo dell'altopiano, parcheggiate al fianco della strada, fate qualche passo e....lascio a voi scoprire il resto.
Ma le meraviglie ineguagliabili del Gran Sasso sono anche altre. Potrei citarne miriadi. Che ne dite, ad esempio, d'ammirare un globo di fuoco che sorge da un'immensa distesa d'acqua e, nel frattempo, veder mutare, attimo per attimo, il colore di tutte le valli, città, campi e colline che il vostro sguardo può raggiungere? No, non è un prodigio, né una favola. Direi, piuttosto, una “prodigiosa realtà”: lo spettacolo che ho descritto è l'alba sull'Adriatico, osservata dalla cima del Corno Grande, a quasi 3000mt di quota.
Se a questo aggiungiamo che il Gran Sasso ospita anche alcuni dei borghi più belli d'Italia, quali Santo Stefano di Sessanio (conosciuto anche come la “Perla Dell'Appennino”), Castel del Monte, e la superba Rocca di Calascio (dove è stata girata buona parte del film fantastico “LadyHawke”), lascio a voi le conclusioni.
In ultimo, un avviso che potrebbe scoraggiare alcuni e incoraggiare altri: sul Gran Sasso, e in generale in Abruzzo, non troverete l'eccelsa ricettività turistica delle zone alpine, di cui, però, a mio avviso, la natura ha pagato spesso le spese. Forse in Abruzzo si pecca nell'eccesso opposto: un turismo sostenibile suggerirebbe una migliore accoglienza del visitatore. Tuttavia preferisco così: chi ama la Natura, e in particolare la montagna, non ha bisogno di migliaia di funivie, ristoranti e hotel 4 stelle con piscina. Parere mio, s'intende.




0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...