mercoledì 8 dicembre 2010

Perugia, arte e movida nel cuore d'Italia

Una veduta che rimane impressa...
Data: 20 settembre 2010
Luogo di sosta: Parcheggio Bove, presso via Palermo, ottimo, con acqua e scarico gratis

Perugia, nel cuore dell'Umbria e dell'Italia, è una città completa. Arte, cultura, storia, divertimenti, negozi: non manca davvero nulla. L'Università è fra le più rinomate d'Italia, la Galleria Nazionale dispone di alcune fra le maggiori opere pittoriche del rinascimento (parliamo di Piero della Francesca, Pintoricchio, Beato Angelico etc.), solo per citare due dei principali vanti della città.
Lasciamo il camper in un'area di sosta gratuita (via Palermo), con tanto di acqua e scarico, e in circa trenta minuti di salita a piedi siamo in centro storico. O meglio, sotto il centro storico! Infatti, la scala mobile, che prendiamo per raggiungere il cuore della città, non sbuca all'aperto, come si potrebbe immaginare, bensì nel mezzo del salone di una fortezza. Si tratta della Rocca Paolina, una delle tappe più interessanti e storicamente importanti di Perugia. Saloni, corridoi, vicoli e scalinate, danno vita a uno scenario davvero inconsueto: un vero e proprio borgo sotterraneo, con tanto di negozi e botteghe! Un tempo la fortezza era molto più vasta, ma conserva tutt'ora un fascino davvero particolare.
L'altra bellissima immagine che mi ha lasciato Perugia è quella della sua piazza: specialmente se ammirata dalla scalinata della Cattedrale, regala uno dei quadri d'arte medievale più caratteristici d'Italia. In particolare, la Fontana maggiore, risalente al XIII sec., considerata simbolo della Perugia antica e massimo esempio di scultura medievale,, così come il colossale Palazzo dei Priori (XIV-XV sec.), in stile gotico, che immette nel corso, regalano uno spettacolo che lascia il segno.
Da non perdere anche l'interno della Cattedre di San Lorenzo (sec. XIV), l'oratorio di San Bernardino che lascia incantati per la finezza dei bassorilievi, la Sala dei Notari (ingresso del Palazzo dei Priori), la Cappella di San Severo dove è possibile ammirare un affresco di Raffaello e del Perugino. Perugia pullula di edifici religiosi meritevoli di visita.
Personalmente, preferisco cittadine più raccolte, sullo stile di Todi e Orvieto, ma con questo non voglio certo denigrare una delle città d'arte più importanti d'Italia: Perugia merita senza dubbio più d'una visita, e non lascerà deluso nessuno, dal turista in cerca di arte, al visitatore che vuole fare shopping, rilassarsi e divertirsi.




0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...