giovedì 23 dicembre 2010

Cortona, gioiello toscano a due passi dal Trasimeno

Uno dei graziosi "angoletti" della cittadina

Data: 22 settembre 2010
Luogo di sosta: Area sosta camper gratis in località Borghetto (10km ca. da Cortona)

Cortona mi è stata consigliata da un caro amico, Pierluca, col quale ho condiviso numerose tappe della mia esperienza in camper.
La cittadina si è rivelata davvero meritevole, soprattutto per la peculiarità del suo assetto urbanistico e la grande concentrazione di chiese e musei.
Entriamo in città attraverso una monumentale porta ad arco risalente all'epoca etrusca, ancora ben conservata, e iniziamo ad inerpicarci per raggiungere il centro. In effetti, abbiamo scoperto la prima particolarità di Cortona: le salite! Ora, io sono dell'Aquila, e dunque ben avvezzo a muovermi fra salite e discese, eppure non avevo mai visto viuzze inerpicarsi così ripide! Con un po' di fiatone, raggiungiamo la cima del borgo, da cui si gode un incantevole panorama sulle colline. Tornando verso la piazza, mi convinco di non aver mai visto un centro abitato costruito su pendii tanto severi, ma anche questo rende Cortona particolare. Durante la nostra visita, incontriamo frotte di turisti provenienti da ogni nazione, segno evidente che Cortona gode di una ben meritata fama.
Il cuore pulsante della cittadina è senza dubbio la piazza principale: qui si affacciano le antiche porte che conducono ai vicoletti, si erge il magnifico palazzo del municipio e numerosi altri palazzi medioevali, piccoli porticati dove sono stati allestiti tavolini per bar o ristoranti. Si potrebbe pensare che la maggior parte delle piazze, specie nei piccoli centri abitati, corrispondano a questa descrizione, eppure di rado mi è capitato di trovarmi in un contesto così accogliente, ordinato, tranquillo, che stimola la permanenza, anche solo per osservare ed ascoltare il vociare dei gruppetti di persone che mangiano, bevono un caffè, o passeggiano.
Cortona è città d'arte di importanza non indifferente: nel Museo Diocesano, proprio di fronte al Duomo, sono conservate importanti opere d'arte medievale, fra cui la celebre “Annunciazione” di Beato Angelico. Inoltre, visitando le numerose chiese della città, è possibile ammirare opere di altri importanti artisti, primo fra tutti il Signorelli.
E sono proprio le chiese la principale ricchezza della città: almeno una ventina, nascoste dietro ogni vicolo, si affacciano su graziosi piazzali o cortili.
Ma la vera bellezza di Cortona risiede a mio parere nei dettagli: i giochi d'ombra e luce fra le viuzze che si arrampicano e si intersecano, i graziosi campanili, gli affacci che di tanto in tanto si aprono fra le antiche costruzioni.
Non posso che consigliarne caldamente la visita, soprattutto a chi vuol trascorrere un tranquillo pomeriggio fra cultura e storia, per poi visitare le varie botteghe d'arte lungo il corso, e infine degustare una buona cena in uno dei tanti locali caratteristici che circondano la piazza.




2 commenti:

Anonimo ha detto...

Cortona è bellissima...
Complimenti per il coraggio che molti non hanno...

Ricky ha detto...

Sì è un vero gioiello Cortona...
come del resto tutta la Toscana, di cui parlerò nei prossimi post :)

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...